Notizie del giorno Archivio notizie Contattaci Aggiungi ai preferiti
Italia Turismo CIDEC - Federazione Italiana del Turismo della Cidec

Archivio notizie Primo piano

Dal cielo il rilancio del turismo
Stampa l'articoloStampa ingrandisci carattereingrandisci diminuisci caratterediminuisci
Convenzione tra l’ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo guidata dal presidente Matteo Marzotto (nella foto) e l’Enac, ente nazione per l’aviazione civile, per lo sviluppo degli aeroporti minori e di conseguenza dei flussi turistici verso l’Italia. La Convenzione parte dal presupposto che lo sviluppo degli spostamenti di Aviazione Generale, in particolare quella “leggera” con piloti-proprietari provenienti dall’estero, costituiscono oggi un segmento turistico ancora marginale ma estremamente qualificato nell’ambito dell’offerta nazionale. Ecco i punti salienti dell’accordo: attività di promozione con diffusione di materiale informativo anche all’estero; campagne internazionali finalizzate alla maggiore conoscenza della rete di aeroporti minori italiani, delle avio-eli-idrosuperfici ubicate sul territorio, comprese quelle di prossima ristrutturazione e dei servizi aeroportuali; creazione di eventi e workshop tematici volti a cogliere comuni opportunità di relazione, visibilità e diffusione. L’Enac crede molto nel potenziale di sviluppo dell’aeroportualità minore, attorno alla quale “ruota un mondo che coinvolge piloti, appassionati di volo, sportivi e un segmento di industria aeronautica” precisa il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta. Una realtà che porta con sé altre attività correlate con notevole indotto per l’industria, gli aeroporti e l’economia locale. Sono 60 gli aeroporti cosiddetti minori e circa 600 le infrastrutture nella categoria avio-eli-idrosuperfici. L’Enac per il triennio 2010-2012 ha predisposto un importante investimento di 35 milioni di euro a favore degli aeroporti minori per valorizzare e sviluppare questo patrimonio e favorire l’incremento dell’aviazione generale. “Obiettivo del protocollo con l’ENIT è sostenere ulteriormente la crescita di questi aeroporti con l’inserimento nei circuiti turistici” continua Quaranta. “Si tratta, infatti, quasi sempre di scali vicini alle città che possono indurre a livello nazionale e internazionale traffico turistico e di business aviation.”   Aggiunge il presidente dell’ENIT, Matteo Marzotto: “Per l’industria turistica un sistema articolato di aeroporti è fondamentale. Il rilancio di territori è stato spesso trainato proprio dagli aeroporti locali. Il trasporto aereo in generale è decisivo da sempre per il Paese perché permette l’accesso diretto all’Italia dei flussi turistici, in particolare oggi per ciò che riguarda i nuovi grandi mercati”. Nello specifico degli aeroporti minori, Marzotto ha voluto evidenziare alcuni aspetti definiti “particolarmente positivi dell’iniziativa”: l’accesso col mezzo aereo ad aree straordinarie ma spesso meno note e meno raggiungibili d’Italia; il potere del passaparola di questa particolare categoria di turisti e la positiva ricaduta di immagine. “Non dimentichiamoci che, tra le tante altre cose, l’Italia è uno dei Paesi che potremmo definire padri fondatori dell’Aeronautica” conclude il presidente dell’ENIT.

07.11.2011 Ufficio Stampa Italia Turismo CIDEC
torna indietro di una paginaTorna indietro torna ad inizio paginaTorna su vai alla pagina inizialepagina iniziale
Italia Turismo CIDEC
e-mail info@cidecturismo.it
sito ufficiale www.cidecturismo.it
Codice Fiscale 09928981001
Convenzioni Diventa socio Cidec Area Soci accesso riservato