Notizie del giorno Archivio notizie Contattaci Aggiungi ai preferiti
Italia Turismo CIDEC - Federazione Italiana del Turismo della Cidec

Archivio notizie Economia

Finanziaria da quasi 60 miliardi in 4 anni
Le novità della manovra economica
Stampa l'articoloStampa ingrandisci carattereingrandisci diminuisci caratterediminuisci
Circa 60 miliardi in 4 anni. Tanto vale la manovra economica presentata dal Governo e approvata dal Senato il 7 settembre. Tra critiche, modifiche, attacchi ed emendamenti, si è arrivati alla quinta riscrittura del testo. Per arrivare al pareggio di bilancio nel 2013 le misure principali sono le seguenti: Iva alzata di un punto e quindi al 21%; contributo di solidarietà del 3% per i redditi superiori a 300mila euro; incremento dell’età pensionabile delle donne nel settore privato a partire dal 2014. Più morbide invece le misure sul carcere per i grandi evasori: niente sospensione condizionale della pena se sono stati evasi oltre 3 milioni di euro, ma solo alla condizione che l’evaso sia pari al 30% del fatturato. In stand by, infine, il promesso disegno di legge costituzionale per dimezzare il numero dei parlamentari. Il maxiemendamento che ha ridefinito la Finanziaria, su cui era posta la fiducia, è passato al Senato con 165 voti favorevoli, 141 contrari e 3 astenuti. L’approvazione alla Camera è in programma entro il fine settimana. Il maxiemendamento che riscrive la manovra economica prevede un importo complessivo di 54,265 miliardi di euro, tra tensioni politiche in aula e manifestazioni di piazza di sindacati, associazioni di consumatori, lavoratori e studenti. Tra le decisioni più impopolari, la salita dell’Iva al 21%, che secondo il Codacons porterà a un rialzo di tutti i prodotti indistintamente, con le famiglie che si ritroveranno a fare i conti con aumenti tra i 290 e 395 euro (famiglia di 4 persone). Costi più salati per bollette elettriche, abbigliamento, scarpe, automobili, giocattoli, televisioni, ma anche servizi come idraulico o parrucchiera. Aumenti da prevedere, inoltre, anche per i pacchetti vacanza. Alcune associazioni dei consumatori temono ma prevedono un aumento indiscriminato dei prezzi, con conseguente crisi dei consumi che si fa ad aggiungere al calo già in corso da qualche tempo. Federconsumatori ha fatto un calcolo sul rincaro della benzina: all’anno ci sarà un esborso aggiuntivo di 32 euro, da sommare agli aumenti già in atto dall’agosto 2011; in totale, si potrà arrivare a più di 470 euro l’anno. Rimane da capire se, ma soprattutto come, la manovra si rifletterà sul settore turistico che più volte, per voce delle associazioni di categoria e degli operatori, ha chiesto soluzioni appropriate al suo rilancio.

08.09.2011 Ufficio Stampa Italia Turismo CIDEC
torna indietro di una paginaTorna indietro torna ad inizio paginaTorna su vai alla pagina inizialepagina iniziale
Italia Turismo CIDEC
e-mail info@cidecturismo.it
sito ufficiale www.cidecturismo.it
Codice Fiscale 09928981001
Convenzioni Diventa socio Cidec Area Soci accesso riservato