Notizie del giorno Archivio notizie Contattaci Aggiungi ai preferiti
Italia Turismo CIDEC - Federazione Italiana del Turismo della Cidec

Archivio notizie Primo piano

Futuro meno incerto
Stampa l'articoloStampa ingrandisci carattereingrandisci diminuisci caratterediminuisci
Il settore legato a viaggi e vacanze nel Belpaese riprende quota alla Bit di Milano (18-21 febbraio 2010, quartiere fieramilano a Rho) e lascia ben sperare per il futuro, battendo le previsioni meno rosee e più funeste. Ma quello che potrà fare realmente la differenza sul campo sarà la promozione unitaria, invocata da tutti durante la fiera e sottolineata con forza anche dal ministro al turismo Michela Vittoria Brambilla. La Borsa italiana del turismo ha chiuso i battenti registrando un incremento del 6% negli ingressi rispetto alla scorsa edizione - oltre 150mila presenze complessive - e il mondo del turismo da oggi guarda con più fiducia al 2010. E Bit non è la sola a ridare fiducia a operatori e imprenditori del comparto. Dall’inizio dell’anno, infatti, come fa notare l’amministratore delegato di Fiera Milano, Enrico Pazzali, “questo è il terzo segnale forte di ripresa, dopo i saloni Macef e Made”. Bene dunque la trentesima edizione di Bit, vivace e dinamica, all’insegna della voglia di ripresa testimoniata dal livello qualitativo dei buyer presenti e dall’attenzione alla diversificazione della domanda e dell’offerta. Oltre 5mila realtà si sono messe in mostra tra i padiglioni di Rho-Pero, 130 Paesi dai cinque continenti non sono voluti mancare e in quattro giorni, da giovedì 18 a domenica 21 febbraio, è stato un continuo via vai di presentazioni, incontri e strette di mano tra gli stand. “Le trattative tra buyer e seller del comparto turistico sono state molto positive, soprattutto per il prodotto Italia” afferma Pazzali “e questo fa ben sperare sia per il settore sia, più in generale, per il Pil”. Mai dimenticare che in Italia il comparto turistico vale il 10% del prodotto interno lordo. Workshop in crescita. Il meglio dell’offerta turistica dell’Italia e del mondo. Una qualità confermata anche dal livello elevato degli 848 buyer arrivati da tutto il mondo per partecipare ai 4 workshop previsti dalla manifestazione milanese: Buy Italy, Bit Buy Club, Bit Buy World e Bit Itinera. Con il loro successo hanno rafforzato la leadership di Bit nel saper trasformare in opportunità per gli operatori la crescente diversificazione e segmentazione della domanda. “Una fiera deve essere un volano di business e in questo senso è in continua evoluzione” commenta Pazzali. “Oggi Bit è un sistema attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, che supporta gli operatori con l’integrazione di diversi strumenti. In questo contesto i quattro giorni di manifestazione rimangono centrali, ma devono evolvere la loro funzione puntando sulla qualità. È l’impegno che abbiamo concretizzato in questa edizione e il riscontro degli operatori ci esorta a proseguire su questa strada.” Grande riscontro ha ottenuto anche Bit Sportland, il nuovo villaggio di Bit dedicato al turismo degli sport outdoor che ha rappresentato, oltre a un’efficace interfaccia con l’utente finale per l’offerta connessa al segmento, anche un momento di entertainment preso letteralmente d’assalto dai visitatori.

Per saperne di più: www.bit.fieramilano.it

26.02.2010 Ufficio Stampa Italia Turismo CIDEC
torna indietro di una paginaTorna indietro torna ad inizio paginaTorna su vai alla pagina inizialepagina iniziale
Italia Turismo CIDEC
e-mail info@cidecturismo.it
sito ufficiale www.cidecturismo.it
Codice Fiscale 09928981001
Convenzioni Diventa socio Cidec Area Soci accesso riservato