Notizie del giorno Archivio notizie Contattaci Aggiungi ai preferiti
Italia Turismo CIDEC - Federazione Italiana del Turismo della Cidec

Archivio notizie Primo piano

Come stai, Italia?
Mentre in Campania si cerca una soluzione per sgomberare strade e città dall’immondizia, la stampa estera traccia un’immagine negativa e allarmante del nostro Paese, che fa perdere lustro e denaro al turismo in tutta la Penisola.
Stampa l'articoloStampa ingrandisci carattereingrandisci diminuisci caratterediminuisci
L’immagine turistica dell’Italia precipita sempre più giù. E mentre il presidente della commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, dichiara che “serve responsabilità da parte di tutti per recuperare il necessario rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni”, non si blocca la procedura d’infrazione contro l’Italia sul disastro rifiuti. Bruxelles ha infatti confermato la linea dura: il parere motivato inviato al nostro Paese è l’ultimo passaggio prima del deferimento del caso alla Corte di Giustizia europea e l’Italia ha un mese di tempo per risolvere il problema.
Non sono solo i cittadini campani ad essere preoccupati. La crisi infatti, complice anche la caduta del Governo, ha colpito tutta l’Italia e regioni turisticamente importanti come il Veneto. Imprenditori e operatori delle terre venete nelle scorse settimane, con l’appoggio della Giunta regionale e del suo vicepresidente e assessore al turismo Luca Zaia, hanno lamentato danni e disdette da parte dei turisti stranieri per la stagione estiva 2008. Il pericolo arriva soprattutto dal mercato tedesco. Del resto, i maggiori quotidiani e organi d’informazione di Germania, Austria e Svizzera in questi giorni non sono stati particolarmente delicati. Sul Tagesspiegel.de è apparso un articolo il cui titolo parla da solo: Così fan tutti. Rifiuti, mafia, corruzione, presunzione, crisi di governo, l’Italia sta sprofondando nella palude; sull’austriaco derStrandard.at si parla di alberghi vuoti, congressi cancellati, perdite per 70 milioni di euro nell’indotto turistico campano e 10 mila posti di lavoro in pericolo: può bastare come presentazione? Infine la Svizzera non è da meno: sul nzz.ch gli sforzi del Governo sono definiti tutti vani, mentre sul tagesanzeiger.ch il titolo di un servizio è I rifiuti scacciano i turisti dal Golfo di Napoli.
E allora, in Italia siamo tutti “cattivi ecologisti”? Alcuni operatori della Costiera Amalfitana sottolineano a gran voce che la loro zona e tutta la provincia di Salerno non risentono dei problemi legati all’immondizia, perché raccolta rifiuti e riciclaggio lì funzionano da anni. In Veneto, invece, il vicepresidente regionale Zaia ha annunciato che andrà personalmente in Germania. “Avevamo programmato una campagna di promozione con presenze nelle maggiori fiere turistiche di Berlino, Monaco, Francoforte, Amburgo e Stoccarda” afferma. “Ci andrò per sostenere direttamente l’immagine del Veneto con gli operatori turistici di quel paese, ai quali dovrò spiegare che non siamo la Campania e che da noi ci sono pulizia, raccolta differenziata, un servizio di gestione dei rifiuti funzionante e valido, oltre a un’offerta di ospitalità ed enogastronomia al massimo livello”.
Ma il presidente di Italia Turismo CIDEC, Paolo Esposito, che pure ha puntato il dito sul problema e lo ritiene indecente per un Paese civile e moderno, ribadisce: “L’Italia è una sola e la sua immagine turistica all’estero è una sola: lavoriamo insieme per ricostruirla e dimentichiamo per una volta la nostra realtà più vicina”.

04.02.2008 Ufficio Stampa Italia Turismo CIDEC
torna indietro di una paginaTorna indietro torna ad inizio paginaTorna su vai alla pagina inizialepagina iniziale
Italia Turismo CIDEC
e-mail info@cidecturismo.it
sito ufficiale www.cidecturismo.it
Codice Fiscale 09928981001
Convenzioni Diventa socio Cidec Area Soci accesso riservato